Browse By

Porsche 911 GT3 RS: l’apoteosi dell’aspirato

Porsche ha reso nota un’anteprima che svelerà ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra: si tratta della 911 GT3 RS, la versione corsaiola dell’ultimo aggiornamento della storica 911 e che sicuramente sarà una delle protagoniste del salone ad inizio marzo.

DESIGN – Nonostante la casa non abbia ancora rivelato i miglioramenti aerodinamici rispetto alla precedente versione ed alla GT3 “di serie”, alcuni dettagli sono emersi dalle immagini pubblicate e rendono pienamente l’idea di una vettura con un cuore da pista. Le dimensioni, 1.297 mm di altezza per 1.880 mm di larghezza e 4.557 mm di lunghezza, sono aumentate di poco rispetto alla sorella meno sportiva, con l’eccezione della lunghezza e del passo (ora misura 2.453 mm). Il paraurti anteriore deriva dalla versione stradale della GT3 attualmente in produzione: lo spoiler è più pronunciato rispetto alla vecchia GT3 RS, mentre le prese d’aria frontali sono più ampie e rialzate. Alla RS è stato modificato anche il cofano, dotato di nervature aggiuntive e due prese d’aria inesistenti nella GT3. Diversi sono i passaruota posteriori, simili a quelli della GT2 RS, in cui sono state inserite due ulteriori prese d’aria che migliorano il raffreddamento del motore e dei freni posteriori. Arriviamo ora alla differenza sostanziale della 911 GT3 rispetto alle versioni precedenti: l’alettone; questo è stato rialzato, ingrandito e snellito rispetto al passato, come già fatto per la GT2 RS. Particolarità dell’assetto sono i cerchi dalle misure differenti: 20 pollici sull’assale anteriore e 21 su quello posteriore. Possiamo così affermare che la vettura è stata snellita e l’aerodinamica è stata ottimizzata appositamente per la pista.

INTERNI – L’abitacolo, come l’esterno, è stato riprogettato per le corse: la plancia sembra la stessa montata sul “modello base”, ma i sedili ora sono più avvolgenti ed in fibra di carbonio così da ridurre il peso complessivo. Per questo motivo sono state snellite anche le portiere, dotate di maniglie circolari in tessuto e retine portaoggetti, ed è stata rimosso uno strato del materiale fonoassorbente rispetto a quello della GT3. Gli interni sono rivestiti in pelle ed Alcantara arricchiti da cuciture in contrasto ed inserti in fibra di carbonio.

MOTORE E MECCANICA – Arriviamo al cuore dell’auto: il motore boxer 6 cilindri aspirato da 4 litri è lo stesso della 911 GT3, ma qui è portato a nuovi livelli di ottimizzazione e performance; eroga 520 cv (383Kw), ovvero 20 in più rispetto all’altra versione, e su parola della casa permette di abbassare il tempo da 0 a 100 di 0,7 secondi, portandolo così a 3,2 secondi. Il massimo regime si è alzato a 9000 giri pieni, intaccando però la velocità massima che è passata da 320 a 312 km/h. Il cambio è il moderno PDK a doppia frizione a sette rapporti.

La 911 GT3 RS sarà in vendita a partire da circa 200.000 euro. In aggiunta la casa ha previsto due pacchetti per migliorare le differenti esperienze di guida: il Clubsport ed il Weissach. Il primo, che non comporta costi aggiuntivi, offre un estintore, il rollbar, la predisposizione per l’interruttore per scollegare la batteria ed una cintura di sicurezza a sei punti; un pacchetto per implementare la sicurezza in pista insomma. Il secondo invece consiste in un ulteriore snellimento della vettura, il cui peso scende di circa 70 kg (portandolo 1.430 kg) grazie all’adozione di componenti in fibra di carbonio supplementari per il telaio, gli interni e la carrozzeria, oltre ai cerchi in magnesio opzionali.

GALLERY:

Lascia un commento