Browse By

Mercedes-AMG G63: la Classe G più cattiva

Poco dopo aver rilanciato la sua più famosa fuoristrada, la Mercedes ha svelato la nuova G63 AMG, la versione più potente della Classe G che vedremo per la prima volta al prossimo Salone di Ginevra. 

DESIGN – Non sono molti i cambiamenti estetici che differenziano la Classe G dalla nuova G63. Le modifiche fondamentali si concentrano nei paraurti: quello anteriore ad esempio è dotato di prese d’aria più ampie che gli regalano un aspetto sportivo e muscoloso. Inoltre è arricchito da due inserti in alluminio satinato che nascondono i ganci per fissare una sottile griglia dall’aspetto off-road ma molto elegante. Inedito il disegno della griglia frontale e quello dei cerchi da 20 pollici (optional quelli da 22”). Accattivanti i 4 terminali di scarico posti davanti alle ruote posteriori.

INTERNI – Anche in questa versione gli interni mantengono il loro aspetto lussuoso ed elegante. Morbida pelle ricopre quasi completamente l’abitacolo e viene messa in risalto da alcuni inserti in fibra di carbonio. Le modifiche si concentrano nella zona del guidatore: il volante è tagliato in basso ed ha una forma squadrata, come nelle auto sportive, mentre la pedaliera in alluminio le dona un aspetto più corsaiolo.

MOTORI E MECCANICA – Le novità fondamentali si concentrano nella zona del vano motore. La G63 infatti monta un V8 biturbo da 4 litri in grado di erogare 585 cv ed una coppia massima di 850 Nm. Il grosso fuoristrada tedesco (pesa ben 2.485 kg) riesce così a scattare da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi e raggiunge la velocità massima di 220 km/h (240 km/h con l’AMG Driver Package). I tecnici ed i progettisti non hanno trascurato i consumi e l’efficienza: il poderoso V8 è dotato di un sistema che disattiva 4 degli 8 cilindri ai bassi regimi, riducendo quindi le emissioni ed i consumi (la casa dichiara rispettivamente 299 g/km e 7,6 km/l). Il cambio è automatico a doppia frizione con 9 rapporti. La trazione è integrale e la coppia viene ripartita in modo differente sui due assali in base alla modalità di guida scelta: si passa infatti da quella 50:50 della modalità Comfort a quella 40:60 delle modalità Sport e Sport+. Grazie ai 3 differenziali bloccabili manualmente e le sospensioni adattive a controllo elettronico, la G63 si comporta molto bene su ogni tipo di fondo rimanendo stabile ed incollata al terreno, complice anche il nuovo telaio più rigido di quello della versione di serie. Complessivamente sono 5 le modalità di guida disponibili e selezionabili tramite l’AMG Dynamic Select: Slippery, Comfort, Sport, Sport+ ed Individual alle quali si aggiungono quelle dedicate alla guida in fuoristrada Sand, Trail e Rock. Quando vengono inserite le modalità Sport e Sport+ le sospensioni della nuova G63 diventano più rigide, mentre il motore, il cambio e lo sterzo rispondono in modo più aggressivo: curioso ed inedito il cambio dotato della doppietta automatica in scalata.

La nuova Mercedes-AMG G63 conserva le doti da vera fuoristradista volgendo però lo sguardo con questa versione al mercato delle suv di lusso dalle alte prestazioni. Prezzi a partire da non meno di 150.000 euro.

GALLERY:

Lascia un commento