Browse By

Mercedes Classe A 2018: più affilata e tecnologica

Debutta la nuova Mercedes Classe A: linee tese ed affilate e davvero tanta tecnologia. Sembra quella di sempre, ma è completamente nuova.

DESIGN – La carrozzeria, più lunga di 12 cm (3 cm in più nel passo), richiama ampiamente la scorsa edizione. Il frontale non è stato stravolto: i nuovi fari, più sottili e moderni, e la nuova griglia esagonale lo rendono più appuntito e più basso rispetto al passato. Il paraurti anteriore ha tre grandi aperture che regalano un tocco sportivo al frontale. Queste ultime sono dotate di paratie mobili a controllo elettronico che si aprono e chiudono per favorire il raffreddamento del motore oppure l’aerodinamica. La fiancata non subisce modifiche eccetto per il muso più basso e la coda più inclinata: la nervatura trasversale lungo le portiere ora lascia spazio a due sottili nervature più anonime. La nuova classe A appare così più proporzionata ma anche meno originale. Il posteriore è meno impacciato rispetto alla scorsa versione: i fari sottili a sviluppo orizzontale, dotati di luci a led come quelli anteriori, ed il lunotto più ampio alleggeriscono l’impatto visivo della coda, facendola sembrare più bassa e larga, complice anche al portellone meno verticale rispetto al passato. Il tetto ricurvo e lo spesso montante posteriore sono un segno distintivo anche della Classe A 2018.

INTERNI – L’abitacolo è quello che ha subito le modifiche maggiori ed ora è molto più tecnologico e confortevole. La nuova generazione della Classe A dice addio alla plancia tradizionale: due schermi da 7 pollici (optional quelli da 10”) sostituiscono il classico cruscotto e lo schermo dei sistemi multimediali, creando così un unico elemento molto pulito, funzionale ed originale. Questa stessa impostazione era già stata adottata su altri modelli della casa, ma la mancanza della palpebra davanti al guidatore è un particolare del tutto nuovo. Al centro della plancia si trovano le tre bocchette d’areazione dal “design aeronautico” molto sportivo ed elegante ed i tasti per regolare il climatizzatore. Il tunnel centrale include diversi portaoggetti, un porta-bibite ed il touch pad con il quale gestire il nuovissimo MBUX, il sistema multimediale governabile anche tramite gli schermi a sfioramento, i comandi al volante ed i comandi vocali (dotato di un assistente vocale rapido e preciso). L’abitacolo è rivestito con materiali pregiati ed è ben assemblato: morbida pelle è stata affiancata con inserti in nero lucido, alluminio satinato e fibra di carbonio. Sportiva e molto giovanile l’illuminazione a led posizionata lungo la plancia e le portiere regolabile in ben 64 diversi colori.

MOTORI E MECCANICA – Al lancio, previsto per la prossima primavera, saranno disponibili 3 motori (tutti a 4 cilindri): l’1,4 litri ed il 2 litri a benzina, rispettivamente da 163 e 224 cv, ed il diesel da 1,5 litri e 115 cv. Il cambio è manuale ma si potrà anche scegliere il rapido automatico a doppia frizione a 7 rapporti. La trazione è anteriore oppure integrale 4matic. Sono 3 gli assetti disponibili: quello base che favorisce il comfort, quello sportivo e quello sportivo ma dotato di ammortizzatori regolabili elettricamente. Mercedes ha dotato la nuova Classe A di tutti i sistemi di assistenza alla guida più recenti: si parte da quello che legge e riproduce i cartelli stradali e dalla frenata automatica d’emergenza fino al cruise control adattivo (che rispetta la distanza impostata fino a 210 km/h) ed il regolatore di velocità che rispetta automaticamente i limiti riconosciuti tramite la telecamera frontale.

La nuova Mercedes Classe A è tutta nuova, ma non volta le spalle allo stile che le ha regalato tanto successo negli ultimi anni. La carrozzeria più fluida e proporzionata, la meccanica rivista e la nuova tecnologia saranno il punto di forza dell’edizione 2018 della “piccola” di Stoccarda, pronta a combattere in un mercato che la vede rivale della BMW Serie 1 e dell’Audi A3.

GALLERY:

Lascia un commento